3462267278.8dd5717.6eaab950494247a2b12bc9b2f23470d0

Gourmet

Che Lucia Nanni abbia una passione spropositata per gli insetti è innegabile. Basta osservare la sua produzione artistica perché se ne convincano anche i più scettici.

opere di Lucia Nanni a cura di Giovanni Gardini

Che Lucia Nanni abbia una passione spropositata per gli insetti è innegabile. Basta osservare la sua produzione artistica perché se ne convincano anche i più scettici. Da anni, infatti, gli insetti sono tra i soggetti privilegiati dei suoi quadri: enormi e inquietanti nelle opere polimateriche, più raffinati e sinuosi quando la colatura di dense vernici ne delinea l’involucro, coloratissimi, quasi cangianti, negli ultimi lavori realizzati con la sua ormai inseparabile macchina da cucire, il cui ago è un acuminato pungiglione. 

Cavallette, api, zanzare e farfalle – i ragni no, sono fuori dai suoi sogni perché non riesce a restituirne le eleganti forme, precisa Lucia – emergono dal loro microcosmo per assurgere al ruolo di protagonisti assoluti e noi, abitanti della città sempre più arroccati all’interno delle nostre asettiche case, dobbiamo in qualche modo fare i conti con queste presenze. 

È come se Lucia ci educasse allo sguardo, invitandoci gentilmente – Lucia è gentile, chi la conosce lo sa – ad aprire gli occhi e ad accorgerci di queste minuscole forme così preziose. Ecco allora le Daphniae, prosaicamente conosciute come pulci d’acqua, delicatissimi indicatori biologici che misurano lo stato di purezza delle acque. Osservando le Daphniae, o meglio, osservando l’entusiasmo che Lucia nutre verso questi esseri viventi la cui trasparenza – per me profano! – costituisce l’unica possibilità di vanto, si inizia ad intuire la profondità della ricerca dell’artista. Il suo, infatti, non è esclusivamente un approccio estetico verso queste piccole creature o un incanto accresciuto dall’osservazione al microscopio che esaspera la visione e manifesta inediti dettagli, ma è innanzitutto disponibilità a riflettere sull’uomo. 

È come se Lucia ci educasse al pensiero. I temi dell’ecologia, chiaramente, non sono estranei alla sua ricerca: se le Dapnie chiedono il nostro rispetto, altri insetti usati nella lotta biologica reclamano tutta la nostra attenzione.  Irrinunciabile, in quest’ottica, è il lavoro delle api: dalla loro vita dipende quella dell’uomo. Il mondo degli insetti, inoltre, spesso è stato visto come metafora della società. Ernst Jünger, figura di riferimento per Lucia Nanni proprio in merito al suo operare artistico, è un autore che aveva paragonato la classe operaia ad una colonia di insetti «preconizzando la trasformazione dell’uomo da individuo a funzione». 

Infine, con questa mostra, è come se Lucia ci educasse al gusto. 

Gourmet.  

Se da un lato questo titolo, scelto direttamente dall’artista, vuole essere un modo per ironizzare sull’attuale dominio del campo culinario su quasi tutte le arti, dall’altro è lucida consapevolezza che gli insetti costituiranno sempre di più una risorsa alimentare, una riflessione che tocca anche i temi dell’insostenibilità del modello alimentare occidentale.  Del resto, sin da ora, gli insetti fanno parte della dieta di una porzione considerevole del pianeta. Con leggerezza l’artista ci pone davanti a questa prospettiva e se ci fa sorridere la regina Elisabetta che addenta famelica una cavalletta, dall’altro è chiaro che la posta in gioco è alta perché interpella la vita dell’umanità. 

Come i grandi Chef sono intenti a preparare raffinatissimi piatti, sempre più appaganti per lo sguardo oltre che per il gusto, così Lucia Nanni imbandisce su variopinte stoffe, preludio e quasi attesa di eleganti tovaglie, croccanti coleotteri, saporose falene, larve dolcissime come il miele. 

Gourmet.  

Giovanni Gardini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

close

Giovanni Gardini ti invita ad iscriverti alla sua newsletter e a seguirlo sui social

Visit Us
Follow Me
Tweet