Ravenna… raccontata da Ernst H. Gombrich

Tra le scene cristologiche presenti nella Basilica di Sant’Apollinare Nuovo emerge per bellezza quella della moltiplicazione dei pani e dei pesci.
Moltiplicazione dei pani e dei pesci
Moltiplicazione dei pani e dei pesci, Tavole Storiche di Corrado Ricci.

Tra le scene cristologiche presenti nella Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, immagini ascrivibili alla committenza del Re Teoderico, emerge per bellezza e sapienza compositiva quella che rappresenta il miracolo della moltiplicazione dei pani e dei pesci. Ne La storia dell’arte raccontata da Ernst H. Gombrich il grande storico dell’arte offre una lettura delicata ed evocativa di questo mosaico: 

«Grazie al modo con cui è raccontato l’episodio, lo spettatore ha l’impressione che qualcosa di sacro e di miracoloso si stia svolgendo. Sullo sfondo, ricoperto di frammenti di vetro dorato, non appare una scena realistica. La figura ferma e tranquilla di Cristo occupa il centro del mosaico: ma non è il Cristo barbuto che noi conosciamo, bensì il giovane dai lunghi capelli che viveva nella fantasia dei primi cristiani. Indossa una veste purpurea, e in un gesto di benedizione tende le braccia verso i due apostoli ai lati che, con le mani coperte (come usavano a quel tempo i sudditi nel portare tributi ai sovrani), gli offrono il pane e i pesci perchè compia il miracolo. La scena ha l’aspetto di una cerimonia solenne. Sentiamo che l’artista attribuiva un profondo significato alle cose che stava rappresentando. Per lui non si trattava soltanto di un singolare miracolo avvenuto in Palestina qualche secolo prima. Era il simbolo e la prova del potere perpetuo di Cristo impersonato nella Chiesa. Ecco perchè Cristo guarda con tanta fissità lo spettatore: è lui che Cristo vuole sfamare».

Giovanni Gardini

https://www.ravennaedintorni.it/rd-blog/cartoline-da-ravenna/

Moltiplicazione dei pani e dei pesci, Tavole Storiche di Corrado Ricci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

close

Giovanni Gardini ti invita ad iscriverti alla sua newsletter e a seguirlo sui social

Visit Us
Follow Me
Tweet