AQBqtvLSfWjkO9_duotkvVpIewW3_onvVl374yfPNnMPeUNk3_adcMlSEn6fJ0jBMqkF7L8sMwZQeHHaz0enx3RrBioZisv4zOjuPawLmgMdbM_c6SLIwflaN2wZNfwhg4CEyH1kjmhfAYJxH_36k8NwsAdZFo0mo_rGyvTRfGeIoL_heAsIrZf9aRBi_sbr5aJM14lNS7OBwQc_Qd-_icMcjlG52EVHsIfmWhpRvYkttA

Pietre primarie

Il Filo, innanzitutto. Inizia qui questa installazione camaldolese di Lorenzo Pezzatini, dal Filo. Tutto il suo pensare artistico è riconducibile ad esso.

La mia poetica consiste in un oggetto, il Filo.

Il Filo, innanzitutto. Inizia qui questa installazione camaldolese di Lorenzo Pezzatini, dal Filo. Tutto il suo pensare artistico è riconducibile ad esso, perché come afferma con decisa convinzione l’artista: «la mia poetica consiste in un oggetto, il Filo». Pezzatini, da anni, è fedele a questa matassa – rigida all’aspetto, ma piacevolmente duttile – tanto da divenire parte integrante della sua vita, oltre che della sua ricerca artistica. In questo spesso e denso Filo i colori primari, sempre e solo quelli, intimamente uniti e mai confusi, si condensano in una purezza assoluta, fino a formare una sintesi estrema. Il colore diventa materia. Germinazioni insolite, quasi fossero spine o delicate gemme, indugiano sulla superficie gialla, rossa o blu e la fanno vibrare. Il Filo diventa scultura, avvolgente rivestimento, texture, decorazione, performance; a Camaldoli assume dimensioni fino ad ora inedite. Basta seguirlo con lo sguardo lungo le pareti antiche della Cappella dello Spirito Santo, nelle linee orizzontali e nelle sue emergenze, per ritrovarlo nella dimensione del pixel o del mosaico. Nella Cappella dello Spirito Santo Pezzatini si è messo in ascolto delle pietre, ha dato loro voce attraverso il colore, facendone così emergere la preziosa tessituraFilo, in questa inedita estensione, avvolge lo spazio, riempiendolo e dilatandolo, in un dialogo intenso e sincero con le solide pietre. Alcune di esse affiorano nella gloria del colore, altre nella potenza del silenzio colmo di secoli.  

Di fuoco si tinge la parete dietro all’altare, rosso esuberante nel quale, in perfetta armonia, convergono il blu e il giallo, per una rinnovata Pentecoste

Giovanni Gardini

Monastero di Camaldoli (Ar), Cappella dello Spirito Santo – orario continuato. La mostra rimarrà aperta fino al 27 settembre 2020. Inaugurazione domenica 5 luglio ore 17. 00 con la partecipazione del Joyful Anthem Gospel Choir.

www.camaldoli.it

www.filorenzo.com

Locandina
Filo, ph di Lorenzo Pezzatini
Filo | ph Lorenzo Pezzatini
Pietre primarie | ph Lorenzo Pezzatini
Pietre primarie | ph Lorenzo Pezzatini
Progetto per Pietre primarie | ph Lorenzo Pezzatini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

close

Giovanni Gardini ti invita ad iscriverti alla sua newsletter e a seguirlo sui social

Visit Us
Follow Me
Tweet