ICONOGRAFIA IN BREVE

San Severo, vescovo di Ravenna

Severo fu scelto come vescovo di Ravenna perché la colomba dello Spirito Santo si posò sul suo capo. Scriverà San Pier Damiani nel Sermone 5: «Scese finalmente la colomba e, con meraviglia di tutti, si posò sul capo del prescelto. E certamente, già da molto tempo dimorava invisibile nel petto di colui sulla cui testa ora discendeva in forma corporea».

1454006427957_M5_width.jpg

L’annunciazione dono di misericordia

Beato Angelico, Museo del Prado, MadridBEATO ANGELICO.jpg

Il Beato Angelico unisce, in un unica grandiosa visione, la cacciata dal paradiso di Adamo ed Eva all’annuncio glorioso a Maria. Tornano in mente le parole dlla Bolla di indizione del Giubileo straordinario della misericordia: «Dopo il peccato di Adamo ed Eva, Dio non ha voluto lasciare l’umanità sola e in balia del male. Per questo ha pensato e voluto Maria santa e immacolata nell’amore, perchè diventasse la Madre del Redentore dell’uomo. Davanti alla gravità del peccato, Dio risponde con la pienezza del perdono» (Misericordiae Vultus, 3).

20 gennaio, Santi Fabiano e Sebastiano

I Santi Fabiano e Sebastiano sono spesso ricordati e raffigurati insieme per la comune ricorrenza liturgica che li celebra nello stesso giorno, il 20 gennaio, data antichissima, attestata sin dalla Depositio Martyrum del Cronografo del 354, nel quale è scritto: «XIII Kal. feb. Fabiani in Callisti et Sebastiani in Catacumbas». Fabiano è raffigurato, come di consueto, con le insegne pontificie, sul capo porta il triregno, nella mano sinistra regge la palma del martirio; l’iconografia di Sebastiano segue la tradizione che lo ritrae giovane, denudato, con il corpo trafitto da frecce.

Qui sotto una splendida pittura di Domenico Barbiani nella chiesa di San Carlino a Ravenna, piccolo oratorio inizialmente dedicato ai Santi Simone e Giuda, Fabiano e Sebastiano.

 SONY DSC   SONY DSC

Comments (1):

  1. Lorenzo

    at 10:42 pm

    Un vero peccato che una meraviglia come il San Carlino a Ravenna non sia possibile visitarla!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

close

Giovanni Gardini ti invita ad iscriverti alla sua newsletter e a seguirlo sui social

Visit Us
Follow Me
Tweet